Revisione del turbocompressore

Check out our new online shop: https://shop.turbobalancer.com

Seconda Vita. Prima scelta.

Riparazione di turbocompressori – un’attività promettente

Un mercato con futuro

Oggi sulla strade d’Europa viaggiano circa 230 milioni di veicoli, dei quali circa un terzo è dotato di turbocompressori. Entro il 2020, secondo le previsioni, questo numero raddoppierà. I motivi di questo vertiginoso sviluppo dei motori sovralimentati sono le norme sempre più rigorose su consumi ed emissioni che vengono affrontate principalmente con un ridimensionamento conseguente dei motori. Per non dover accettare perdite di potenza nei motori di cilindrata ridotta, si ricorre sempre più spesso ai turbocompressori.

Anche se i turbocompressori sono progettati per durare a lungo, di tanto in tanto sono soggetti a guasti – spesso a causa di una manutenzione insufficiente o influssi esterni. In officina i turbocompressori difettosi spesso vengono sostituiti con troppa superficialità con pezzi nuovi. Inutilmente! Poiché con il giusto know-how e l’equipaggiamento adatto, i turbocompressori possono essere benissimo riparati.

La trovata giusta per un’attività promettente

Chi intraprende l’attività di riparazione di turbocompressori, oggi approfitta di un mercato giovane, in forte crescita. Gli investimenti nella tecnica necessaria sono gestibili e garantiscono presto un’ottima resa. E se poi per l’equilibratura si investe in una soluzione lungimirante, è possibile creare un’attività addizionale: con le nostre soluzioni è possibile riparare anche turbocompressori per veicoli commerciali ed edili, motori nautici o aeronautici da piccoli a medi.

 

Perché l’equilibratura è così importante!

Spesso ci viene chiesto perché durante la riparazione di turbocompressori, l’equilibratura è così importante per la qualità. Questo diventa presto evidente se si sa che durante il funzionamento i turbocompressori girano a una velocità di 180.000 - 250.000 giri/min – quelli molti piccoli raggiungono addirittura i 300.000 giri/min. A queste velocità già minimi squilibri causano forti vibrazioni che si manifestano attraverso rumori molto forti e sollecitano notevolmente i cuscinetti. La tolleranza consentita è di pochi millesimi di grammo – anche nel campo delle riparazioni, per turbocompressori di alta qualità si devono quindi usare molti “trucchi” per ottenere un’elevata silenziosità di funzionamento e una lunga durata.

A tal fine, sulla TBcomfort vengono dapprima equilibrati accuratamente a basso regime i singoli componenti e poi il gruppo rotore premontato. Questo riduce fortemente lo squilibrio ed è la base per la fase successiva – l’equilibratura del corpo centrale sulla TBsonio. Senza una meticolosa  equilibratura preliminare, spesso non sarebbe più possibile fare rientrare il corpo centrale nella tolleranza. Oppure, ancora peggio: i cuscinetti verrebbero danneggiati o addirittura distrutti già durante l’equilibratura.

Sulla TBsonio viene eseguita l’equilibratura di precisione del corpo centrale pre-equilibrato a un numero di giri pressoché d’esercizio e in condizioni di funzionamento realistiche. Dopo la compensazione e un lancio di controllo, il corpo centrale è pronto per una nuova lunga vita in condizioni estreme.

Un investimento gestibile

L’investimento in questa attività è gestibile – soprattutto se in precedenza ci si è già occupati della riparazione e manutenzione di altri componenti. Per riparare un turbocompressore, oltre ad alcuni utensili specifici, una sabbiatrice, un impianto di lavaggio e pezzi di ricambio, occorrono due equilibratrici e un’efficace alimentazione di aria compressa per il loro funzionamento. Con l’equilibratura si assicura che il turbocompressore riparato abbia una qualità e affidabilità paragonabili a quelle di uno nuovo.

E se poi per l’equilibratura si investe in una soluzione lungimirante, è possibile creare un’attività addizionale: con le nostre TBcomfort e TBsonio è possibile riparare anche turbocompressori per veicoli commerciali ed edili, motori nautici o aeronautici da piccoli a medi.